Ho fatto il marinaio di terra! (contingente IV° 51)
Parecchi anni fa il sevizio militare era obbligatorio e se dico a qualcuno di averlo fatto in Marina Militare, immancabilmente mi dice: “Che sfiga! Hai dovuto sorbirti 24 mesi, però in cambio hai girato il mondo!” io rispondo “No, non ho girato il mondo, ma in due anni ho attraversato in treno tutta la Penisola da nord a sud”, smento così il luogo comune nato dal famoso spot degli anni 60 e 70 “Vieni in Marina sarai un tecnico e girerai il mondo”.
Sono stato arruolato in Marina il 07/07/1971 nel contingente IV 51, ho fatto l’addestramento (CAR) a Maridepocar di Taranto. Sono stati 40 giorni di addestramento, capelli rasati,assegnazione vestiario,guardie, pulizie varie ed alla fine mi viene assegnata la categoria di Nocchiere di Porto.A fine agosto ‘71vengo  trasferito alla Capitaneria di Porto Bari e la prima sera in capitaneria viene dedicata al saluto dei nonni con i relativi scherzi goliardici senza eccessi di nonnismo.Ho passato gran parte del tempo al centralino con altri 2 colleghi, bella attività co la possibilità di tante telefonate a ragazze del posto e successivi appuntamenti.
Nell’aprile ‘72 vengo trasferito a S. Margerita Ligure al Circomare.Le mie nuove mansioni sono di Furiere e collaboro al controllo della documentazione navi da diporto, controllo della continuità del servizio del faro foraneo.
Naturalmente non manca la pulizie nei locali del Circomare ed a fare il supplente cuoco.Anch’io anche senza l’imbarco ho avuto il mio momento di notorietà, nel marzo ’73 durante una grossa mareggiata, mentre sostituivo la bombola di acetilene che alimenta il faro,  vengo investito da una grossa onda che mi risucchia in mare assieme alla bombola. Hanno assistito al fatto un mio collega di Torre Di Mosto ed un Maresciallo di Portofino che mi hanno dato assistenza ed allertato la motovedetta CP217 che ha provveduto al mio recupero.Presentavo segni di assideramento e fui ricoverato per alcuni giorni in ospedale a S.M.L. e successivamente in convalescenza a casa.
Durante il tempo libero in Capitaneria per passione ma anche per arrotondare la diaria eseguivo lavori di traforo e rivestivo penne biro con filo colorato.Nel giugno 1973 sono stato Trasferito a La Spezia per il disbrigo delle pratiche di congedo ed il 10 giugno con il congedo in mano, con un po’ di commozione ho salutato i miei compagni e sono salito sul treno assieme agli altri congedati per raggiungere le nostre case.
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now